Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Conte ha scritto la lettera Toni fermi con Bruxelles: no a due pesi e due misure

Il premier Conte ha scritto la lettera che presto arriverà a Bruxelles. Conte è determinato a scongiurare la procedura d’infrazione per debito eccessivo, ma l’intenzione del governo non è quella di presentarsi ‘con il cappello in mano’. Dice no alla manovra correttiva chiesta dal commissario Moscovici e no alle ‘correzioni sostanziali della traiettoria fiscale’ invocate da Dombrovskis. Il governo italiano non imporrà patrimoniali e userà per ridurre il disavanzo i tre miliardi risparmiati da Quota 100 e reddito di cittadinanza. La lettera ribadirà la volontà di rivedere le regole europee e stigmatizzerà la tendenza della Commissione a usare ‘due pesi e due misure’. Sembra, dunque, che la posizione di Conte sarà meno conciliante e prudente rispetto ai giorni scorsi e più convergente con la linea Salvini – Di Maio. Il leader della Lega si aspetta da Conte ‘un messaggio coraggioso all’Europa, giù le tasse e investimenti per la crescita’. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘Oggi Conte scrive a Bruxelles: ‘Le regole vanno cambiate’ – pag. 3)


questo articolo di trova a pagina 9