Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Perdite al costo ammortizzato se vale la derivazione rafforzata

E’ complessa la gestione dei crediti commerciali. Chiede di distinguere gli aspetti fiscali da quelli contabili, spesso divaricati tra loro, per quanto concerne le svalutazioni e le perdite su crediti. Questo si riflette sulla dichiarazione con la compilazione del quadro RS. Nel rigo RS 64 va inserito l’ammontare complessivo delle svalutazioni dirette e degli accantonamenti risultanti al termine dell’esercizio precedente, distinguendo il valore di bilancio da quello fiscale. Nel rigo RS 65 vanno invece indicate le perdite su crediti sempre distinguendo il valore di bilancio e il valore fiscale che ricomprende anche le deduzioni effettuate nell’esercizio a fronte di imputazioni a conto economico di esercizi precedenti. L’art. 101, comma 5, del Tuir disciplina il regime fiscale della perdita su crediti. Sono deducibili le perdite derivanti da procedure concorsuali e istituti assimilati. Derivazione rafforzata. A Telefisco 2018 è stato chiarito che per i soggetti diversi dalle microimprese il calcolo delle svalutazioni deducibili va effettuato sulla base del valore risultante dall’applicazione del criterio del costo ammortizzato.


questo articolo di trova a pagina 22