Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Reddito di cittadinanza, stretta su chi rifiuta il lavoro

Il reddito di cittadinanza rischia di restare una misura puramente assistenziale. Così non va. Entro sei mesi deve arrivare una soluzione operativa. Ancora non esiste traccia del sistema unico e nazionale informatico che dovrebbe aiutare i disoccupati a trovare lavoro e le aziende a reperire nuovo personale. Può essere così riassunto il pensiero del premier Conte sul reddito di cittadinanza. In molti casi la misura è diventata un deterrente alla creazione di occupazione. Conte ha chiesto alla ministra dell’innovazione digitale Paola Pisano di istituire al più presto una task force che si occupi di progettare e rendere operativa una struttura informatica che metta insieme, in modo che comunichino fra loro, 20 sistemi regionali diversi, con regole diverse che oggi i navigator sono chiamati a rispettare e che sfoci in un’app nazionale in grado di funzionare e di rendere più difficile rifiutare il lavoro e mantenere il reddito. Possibili incentivi alle imprese che si iscriveranno al sistema. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘Sul reddito di cittadinanza un mese di alt per metà beneficiari’ – pag. 2)


questo articolo di trova a pagina 2