Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

Giudici tributari, riforma senza strappi

Antonio Leone, a capo del Consiglio di presidenza della giustizia tributaria, illustra tre indicazioni sulla riforma della giustizia tributaria. Via libera al cambiamento ma senza strappi con il passato; un meccanismo di conciliazione per snellire l’arretrato in Cassazione; più investimenti nella formazione per far decollare il processo telematico. Leone è favorevole a portare la giustizia tributaria sotto la Presidenza del Consiglio dei ministri. Ritiene, invece, che lasciare al giudice onorario solo i contenziosi fino a 3mila euro di lavoro, determinerà, se la misura verrà approvata, dismissioni di massa dei giudici onorari in attività. Per sbloccare l’arretrato in Cassazione vanno introdotti strumenti deflattivi come la conciliazione. Andrebbe eliminata – dice Leone – la spada di Damocle del danno erariale che grava su funzionari e dirigenti del Fisco. L’aumento dei ricorsi in terzo grado è quasi del tutto attribuibile alle impugnazioni degli uffici finanziari contro le sentenze di secondo grado favorevoli ai contribuenti.


questo articolo di trova a pagina 27