Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Ancora un mese di rinvio per cause, atti e documenti

Il decreto legge liquidità rinvia di un altro mese gran parte dei termini amministrativi già toccati dal decreto ‘Cura Italia’ e per il quale tutti si auguravano uno slittamento maggiore, vista la situazione. La proroga di circa un mese vale per i processi, le pratiche e i procedimenti in generale e i documenti, ma ci sono delle eccezioni. Viene prolungata al 10 maggio la sospensione di tutti i termini disposta dal ‘Cura Italia’ nel periodo 8 marzo -15 aprile. Ma solo per la notifica dei ricorsi e neanche per tutti: si fa eccezione per quelli relativi al procedimento cautelare. Quanto agli iter dei procedimenti viene rinviata dal 15 aprile al 15 maggio la fine del periodo ‘neutro’ che non va considerato ai fini del conteggio dei termini relativi ai procedimenti stessi, se pendenti al 23 febbraio scorso o iniziati successivamente. Ciò vale per i procedimenti su istanza di parte e per quelli avviati d’ufficio e per tutti i tipi di termini. Più lunga la proroga per i documenti che dal 15 giugno del dl 18/2020 passa al 30 settembre e questo riguarda anche i documenti che scadranno tra il 16 aprile e il 31 luglio. Le carte d’identità e i passaporti, però, valgono solo fino al 31 agosto. Come pure le patenti.


questo articolo di trova a pagina 28