Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Appalti veloci per i cantieri, limiti all’abuso d’ufficio E spunta un condono edilizio

Semplificazioni. La ripartenza dovrà poggiare su massicci investimenti per piccole e grandi opere: infrastrutture materiali e immateriali. Le ingenti risorse messe a disposizione dal Governo e dall’Europa costituiscono un’occasione unica per ammodernare il Paese e rimettere in moto l’economia. A patto di saperlo fare. Per questo ha grande importanza il decreto Semplificazioni la cui bozza potrebbe andare in Cdm questa settimana per essere approvato la prossima. Tra le novità la misura che punta al superamento della sindrome della firma, che trattiene i funzionari della Pa a dare il via libera a qualsiasi opera per timore di finire sotto inchiesta e dover rispondere di danno erariale alla Corte dei conti. Il testo circoscrive l’abuso d’ufficio ai comportamenti dolosi. Velocizzate le procedure in materia di Valutazione di impatto ambientale e di autorizzazione da parte degli enti locali. Il decreto prevede l’introduzione di poteri sostitutivi del ministero dell’Ambiente, se l’amministrazione competente non provvede, e in ogni caso la fissazione di termini massimi per le autorizzazioni. Prevista una procedura accelerata per le opere ricomprese nel Programma nazionale Energia e Clima. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘Semplificazioni, la riforma taglia i tempi morti della Pa’ – pag. 3 e Italia Oggi: ‘Una spallata a responsabilità erariale e abuso d’ufficio’ – pag. 30)


questo articolo di trova a pagina 5