Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Bike e car sharing da certificare anche se pagati con la carta

Con la risposta all’interpello n. 396/2019 pubblicata ieri l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il servizio di bike e car sharing non rientrano tra quei servizi elettronici resi a committenti privati. Si tratta, invece, di un’operazione di locazione onerosa di beni mobili. L’Agenzia ha precisato che il prestare il servizio in maniera automatizzata e l’accettare esclusivamente pagamenti tracciabili non sono sufficienti a qualificare il servizio come elettronico. Tra i servizi elettronici rientrano, invece, le forniture di siti web e web-hosting, di software, di musica, film, giochi e prestazioni di insegnamento a distanza. Il fornitore del servizio di bike e car sharing è tenuto a rilasciare uno scontrino o una ricevuta fiscale e dal 1°gennaio 2020 un documento commerciale che potrà essere inviato al cliente, previo accordo, anche in formato elettronico. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Chi noleggia bici è obbligato a rilasciare lo scontrino fiscale’ – pag. 33)


questo articolo di trova a pagina 27