Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Crescita, Italia ultima con Parigi e Berlino Gentiloni: ora investire

Le Previsioni economiche della Commissione europea dicono che nel 2020 il Pil di Germania, Italia e Francia crescerà poco. Nella Ue a 27 la ripresa economica stimata quest’anno segna un +1,4%, nella zona euro un +1,2%, condizionata da arretramenti della produzione industriale e dell’export conseguenti anche agli scioperi in Francia e ai problemi del settore auto in Germania. Questi due Paesi, considerati le locomotive dell’economia europea, risultano in fondo alla classifica della crescita (entrambe con +1,1% nel 2020) davanti solo all’Italia, prevista ancora nella solita condizione di ‘maglia nera’ (con +0,3%). La Ue evoca il rischio di ulteriori effetti negativi per l’economia in caso di diffusione del coronavirus. Il commissario per gli Affari economici Paolo Gentiloni ha rimarcato le preoccupazioni per la bassa crescita e ha indicato ‘politiche di bilancio più espansive’ come possibile soluzione. I Paesi con un basso debito pubblico (come la Germania) sono chiamati a investire in politiche più espansive. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘La Ue lima il Pil allo 0,3% Italia ancora fanalino di coda’ – pag. 3)


questo articolo di trova a pagina 9