Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Il calo del fatturato di novembre fa slittare anche l’acconto Iva

I contribuenti che nel mese di novembre 2020 hanno registrato una diminuzione di fatturato/corrispettivi di almeno il 33% rispetto a quelli di novembre 2019 verseranno l’acconto Iva, in scadenza il 28 dicembre 2020, al 16 marzo 2021. Per le categorie più danneggiate dall’emergenza epidemiologica la proroga scatta a prescindere dal calo di fatturato. Ci riferiamo alle attività sospese dal Dpcm del 3 novembre scorso, ai ristoranti bucati nelle Regioni ‘rosse’ o ‘arancioni’, alla data del 26 novembre 2020 e ai commercianti al dettaglio, agli alberghi, tour operator e agenzie di viaggio delle zone ‘rosse’. Il decreto legge Ristori-quater all’articolo 2 ha disposto la sospensione dei versamenti fiscali del mese di dicembre 2020 relativi alle ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilato e alle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, all’Iva e ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali.


questo articolo di trova a pagina 28