Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Il precompilato rischia il botto

Il 730 precompilato targato 2021 rischia di saltare in aria. Per colpa del nuovo obbligo che vincola i contribuenti a pagare tramite mezzi tracciati gli oneri detraibili pena la perdita dello sconto fiscale stesso, il 730 precompilato rischia di essere un vero e proprio flop poiché non in grado di distinguere tra spese sostenute cash e attraverso modalità ‘consentite’. La problematica, che interesserà ovviamente non il 730/2020 ma quello targato 2021 relativo ai redditi 2020, non è di poco conto e rischia di trasformarsi nell’ennesimo adempimento fiscale a carico di imprese e professionisti. Con la manovra 2020, dallo scorso 1°gennaio, ai fini Irpef, la detrazione dall’imposta lorda nella misura del 19% degli oneri spetta a condizione che la spesa sia sostenuta mediante sistemi di pagamento tracciabili. Ossia con versamenti bancari, postali, tramite carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari. Medicinali e dispositivi medici possono ancora essere pagati in contanti.


questo articolo di trova a pagina 31