Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Il superbonus per lavori su interi edifici ‘cielo-terra’

Nonostante il decreto del Mise sui requisiti tecnici dica che ai fini del decreto stesso ‘si applicano le definizioni di cui al Dlgs 19 agosto 2005 n. 192’, per il quale il termine ‘edificio’ può riferirsi a un intero edificio o anche ‘a parti di edificio progettate o ristrutturate per essere utilizzate come unità immobiliari a sé stanti’, nello stesso decreto attuativo del Mise vi sono molti passaggi in cui prevale la definizione di ‘edificio’ del Dpcm del 20 ottobre 2016 (Regolamento edilizio-tipo), che nella voce 32 dell’allegato A, lo considera come l’intero fabbricato cielo-terra, cioè l’intero condominio. Alla luce di questa interpretazione , se il condominio verticale non assume alcuna iniziativa per consentire ai condòmini di beneficiare del superbonus del 110% sulle parti comuni condominiali, risulterà difficile beneficiare di questa agevolazione per i lavori sulle singole unità immobiliari da parte dei condòmini, ad esempio, per la sostituzione delle finestre o per installare le schermature solari, non rientranti tra le parti comuni. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Condomini con vista sul 110%’ – pag. 30)


questo articolo di trova a pagina 27