Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

L’Iva? Nel paese del fornitore

Al Consiglio dei ministri di ieri sera è arrivato lo schema di decreto delegato che attua la legge europea 2018. Parliamo della tassazione Iva dei servizi elettronici, di telecomunicazione e di tele radiodiffusione ‘b2c’ che prevedono la possibilità per i fornitori, entro la soglia massima di 10mila euro annui, di addebitare l’imposta del proprio paese, anziché quella del paese in cui sono stabiliti i consumatori. Secondo la direttiva Ue 2017/2455 avrebbero dovuto essere recepite entro il 31 dicembre 2018 in modo da trovare applicazione dal 1°gennaio 2019, ma in Italia lo saranno solo dopo la pubblicazione del decreto legislativo nella GU. Infatti, sebbene le norme della direttiva siano precise e non prevedano obblighi, ma semplificazioni, per i soggetti passivi, sicché poteva sostenersi avessero efficacia diretta, nessuna indicazione in tal senso è arrivata dall’amministrazione finanziaria; né il modello Iva 2020 contiene lo spazio per comunicare l’opzione contemplata dalle norme stesse.


questo articolo di trova a pagina 29