Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

No interpello, no rimborso

La Corte di cassazione, con l’ordinanza n. 23665 dello scorso 28 ottobre, ha stabilito che la mancata attivazione del contraddittorio endoprocedimentale, determina per i tributi armonizzati l’invalidità dell’atto qualora il contribuente abbia concretamente enunciato le proprie ragioni. La mancata presentazione dell’interpello preventivo, non attiva il contraddittorio legittimando il diniego al rimborso Iva. I giudici di legittimità hanno accolto il diniego al rimborso del credito Iva a una società non operativa, che non aveva presentato istanza di disapplicazione.


questo articolo di trova a pagina 28