Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Più tempo per pignorare: un anno dalla notifica dell’intimazione a pagare

Azioni esecutive. Il decreto Semplificazioni, convertito nella legge n. 120/2020, interviene sull’articolo 50, comma 3, Dpr 602/1973, estendendo il periodo di efficacia dell’intimazione da sei mesi ad un anno. Dunque, c’è a disposizione più tempo per effettuare i pignoramenti dopo la notifica dell’intimazione di pagamento che segue la cartella esattoriale. L’agente della riscossione avvia la procedura di recupero coattivo con la notifica della cartella di pagamento. Nel caso degli accertamenti esecutivi, invece, il carico tributario è affidato all’Ader, senza passare attraverso la cartella. La novella del decreto legge 76/2020 concede sei mesi in più all’agente della riscossione per avviare le espropriazioni, prima che perda efficacia l’atto di intimazione. La modifica impatta anche sulla riscossione dei tributi locali effettuata tramite ingiunzione fiscale. Proprio in tema di riscossione locale si inserisce, infine, la previsione relativa all’accesso dei comuni ai dati dell’anagrafe dei conti finanziari.


questo articolo di trova a pagina 25