Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Recovery, sì di Bruxelles all’Italia La pagella? Tutti 10 tranne uno

Oggi la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, sarà a Roma per presentare al premier Mario Draghi la valutazione del Pnrr italiano. Il nostro Piano nazionale di ripresa e resilienza presenta tutti voti massimi, ossia A e un B alla voce costi, come per tutti gli altri Paesi. Dunque, Next Generation Eu entra nel vivo. Al nostro Paese la Ue metterà a disposizione 191,5 miliardi di euro tra sovvenzioni e prestiti che Roma dovrà impiegare entro il 2023 e spendere entro il 2026. Ma per avere i 25 miliardi di pre-finanziamento è necessario che il Consiglio dia a sua volta il via libera sulla base della proposta della Commissione e che vengano firmati i financing agreements tra Commissione e governo nazionale. Il Recovery plan è un ‘tassello decisivo’ per l’uscita dalla crisi, ha detto il ministro dell’Economia, Daniele Franco: ‘La sfida è ora quella di realizzarlo’, si tratta di ‘uno sforzo senza precedenti’. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Recovery, Draghi passa l’esame’ – pag. 3)


questo articolo di trova a pagina 12