Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Ristori al lumicino per i pubblici esercizi

Nel 2020 il comparto ristorazione ha perso quasi 40 miliardi di euro ossia il 40% in meno rispetto al 2019 e finora ha ricevuto aiuti sotto forma di ristori per 2,5 miliardi. Il lockdown deciso dal Governo per contrastare la diffusione della pandemia rischia di portare alla chiusura 60mila attività. A dirlo l’ufficio studi di Fipe che monitora l’andamento del settore. In termini occupazionali le cifre sono impressionanti. Hanno perso il lavoro circa 300mila addetti a tempo determinato mentre le ore di cassa integrazione sono schizzate a 483 milioni. Giocoforza le nuove aperture scarseggiano. Nei primi nove mesi del 2020 sono state aperte 7.700 attività, contro le oltre 10mila dello stesso periodo del 2019, mentre le cessazioni sono state quasi 17mila. Un saldo negativo con la perdita di circa 9.200 attività. Ristori: considerando i giorni di chiusura tra la prima e la seconda serrata, gli aiuti ricevuti dalle imprese ammontano a 63 euro al giorno che non bastano per sopravvivere.


questo articolo di trova a pagina 7