Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Utili a società semplice, resta il problema non residenti

L’articolo 32-quater del decreto fiscale introduce un principio di ‘trasparenza fiscale’ della società semplice in sede di percezione dei dividendi, stabilendo che il regime fiscale degli utili alle stesse corrisposti segue le regole che derivano dalla natura giuridica dei soci. Ciò vale tuttavia solo per gli utili distribuiti da società residenti. Qualora la società semplice percepisca utili di fonte estera, l’assenza di regole specifiche comporterebbe anche per il futuro la tassazione Irpef dell’intero dividendo percepito dal socio residente. Tale restrizione non appare giustificata alla luce del principio comunitario della libertà di circolazione dei capitali, rendendo necessario un ulteriore intervento normativo che attenui la doppia imposizione economica anche nel caso in cui la società semplice percepisca utili di fonte estera. Il regime di trasparenza va dunque esteso non solo agli utili distribuiti alle società semplici dalle società e dagli enti residenti di cui all’art. 73, comma 1, lettere a), b) e c) del Tuir, ma anche a quelli distribuiti dalle società ed enti non residenti di cui alla lettera d) del medesimo articolo 73.


questo articolo di trova a pagina 31