Rassegna Fiscale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Fiscale

Via libera all’autocertificazione Garanzia statale sul factoring

Le commissioni Finanze e Attività produttive della Camera, ieri, hanno dato il via libera all’emendamento che consentirà di ottenere i prestiti garantiti dallo Stato con l’autocertificazione. Approvata anche la sospensione, fino al 30 settembre, delle segnalazioni alla Centrale Rischi per chi diventa ‘cattivo pagatore’ mancando la restituzione di qualche rata dei propri finanziamenti e l’estensione della platea dei possibili beneficiari alle imprese che abbiano esposizioni classificate come ‘inadempienze probabili’ o ‘scadute o sconfinanti deteriorate’, a patto che l’etichetta sia stata messa dopo il 31 gennaio. Approvata anche l’estensione dei meccanismi di copertura pubblica ai crediti che le imprese cedono a società di factoring. La nuova regola va a vantaggio delle cessioni di crediti commerciali nelle operazioni ‘pro solvendo’ in cui la garanzia sulla solvibilità è in capo all’impresa cedente. Con l’autocertificazione si sposta sulle imprese la responsabilità dei dati dichiarati e cancella i classici obblighi di istruttoria per le banche; in cambio, però, le aziende dovranno far confluire il finanziamento su un conto dedicato, per facilitare i controlli successivi. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Crediti con autocertificazione’ – pag. 25)


questo articolo di trova a pagina 9