Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

Assegnati 1,3 miliardi a copertura di tre settimane

Il Governo sblocca i primi 1,3 miliardi di euro di finanziamenti per la nuova cassa integrazione in deroga, reintrodotta dal decreto legge ‘Cura Italia’ per le aziende, anche sotto i 5 dipendenti, non coperte dagli ammortizzatori sociali. Il decreto interministeriale Lavoro-Economia è stato firmato ieri dai ministri Catalfo e Gualtieri. Con queste risorse si coprono tre settimane di ammortizzatore delle massimo nove consentite dal decreto n. 18/2020 che stanzia, in totale, per questo sussidio circa 3,3 miliardi di euro. Il riparto delle risorse fra le regioni consentirà alle imprese di procedere subito con la presentazione delle domande. Già diverse regioni hanno sottoscritto accordi quadro con le parti sociali per velocizzare e semplificare le procedure, con l’obiettivo di non lasciare solo nessun addetto in difficoltà. Lo strumento di integrazione salariale in deroga dovrà infatti essere autorizzato dagli enti territoriali, previo accordo con i sindacati comparativamente più rappresentativi a livello nazionale, che può essere concluso anche in via telematica. L’accordo non è necessario per i datori che occupano fino a 5 dipendenti.


questo articolo di trova a pagina 28