Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

Bonus impatriati anche prima del lavoro in Italia

L’Agenzia delle Entrate, nella risposta n. 59 di ieri, ha chiarito che i benefici fiscali per i lavoratori impatriati si applicano anche se il trasferimento della residenza precede l’inizio dell’attività lavorativa in Italia, ma solo dall’anno in cui tali benefici vengono ‘dichiarati’. Il caso riguarda una cittadina italiana laureata che si era trasferita all’estero nel 2009 ed era rientrata in Italia a maggio 2017. Ad aprile 2017 aveva stipulato un accordo precontrattuale di lavoro con l’ufficio di un Comune italiano presso il quale era stata assunta nel settembre dello stesso anno. L’istante dichiarava di lavorare prevalentemente in Italia e di aver presentato la dichiarazione dei redditi per il 2017 senza l’applicazione degli incentivi. L’istante chiedeva conferma della possibilità di fruire dell’agevolazione dalla data di trasferimento della residenza in Italia. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Impatriati, sconto a richiesta’ – pag. 29)


questo articolo di trova a pagina 25