Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

Ex Ilva, scontro governo-Arcelor sulla tutela giuridica e ambientale

Mancano 5 settimane al 6 settembre, ossia alla scadenza che rischia di segnare il destino dell’ex Ilva. Quel giorno, come previsto dal decreto Crescita, ci sarà la fine dell’impunità per chi viola le norme a tutela della salute e della sicurezza negli stabilimenti siderurgici di Taranto. Il punto è che le bonifiche, il piano di ristrutturazione e il progetto di rilancio, con tanto di messa a norma, erano state previste con il corredo di questa salvaguardia legale. Il M5S, però, ha insistito per eliminare la norma introdotta dal governo Renzi nel 2015 e questo ha provocato un cortocircuito nei piani di ArcelorMittal, la società indiana che ha rilevato l’Ilva. Il presidente del gruppo, ieri, ha detto che l’Esecutivo sta lavorando ad una legge che ripristini l’immunità. Il ministro Di Maio ha replicato che è falso. La società, in una nota, evidenzia l’esigenza della necessaria tutela giuridica per poter continuare ad attuare il piano ambientale. Resta, comunque, fiduciosa che si troverà una soluzione. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘ArcelorMittal in rosso per 447 milioni di dollari E’ scontro sulla ex Ilva’ – pag. 9)


questo articolo di trova a pagina 33