Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

In dieci anni processi civili -40%, nel penale arretrato difficile da eliminare

I dati sulla giustizia civile e penale nel Paese sono parzialmente incoraggianti. Dal monitoraggio del primo trimestre dell’anno emerge che prosegue la riduzione delle pendenze nel civile. Riduzione che non riguarda solo la cognizione ma anche fallimenti ed esecuzioni. Dal 2003 è stata una costante, anche se non lineare, discesa e al 31 marzo 2019 siamo giunti a 511.858 procedimenti pendenti, con un calo del 31,2%. In calo anche i procedimenti ultrabiennali nelle Corti d’appello e ultratriennali in Tribunale. Incoraggiante la buona omogeneità territoriale. Va sempre ricordato che in Italia la durata di un procedimento civile oscilla tra i 342 giorni di Aosta e i 2.094 di Lametia Terme. Su 140 tribunali solo in 32 (cognizione) ed in 9 (esecuzione e fallimenti) non si è raggiunto nel I trimestre 2019 un rapporto positivo tra sopravvenienze e definizioni. Più complesso il quadro penale, la riduzione in corso è poco significativa (-0,7%) e sono molte le Corti e i Tribunali che continuano ad accumulare arretrato. Per garantire tempi rapidi all’intervento penale vanno limitate le sanzioni penali.


questo articolo di trova a pagina 26