Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

Niente taglio per le pensioni d’oro ottenute con il cumulo dei contributi

Pensioni d’oro. L’Inps, con la circolare 62/2019, estende le esclusioni previste dalla legge di Bilancio ai trattamenti ottenuti con il cumulo contributivo. La legge 145/2018 ha infatti previsto un contributo di solidarietà per tutte le pensioni che superino l’importo lordo annuo di 100mila euro. Per determinare il valore complessivo delle pensioni oggetto del taglio saranno considerati tutti i trattamenti pensionistici diretti fruiti dallo stesso beneficiario e liquidati a carico delle gestioni Inps. Il taglio parte dal 15% e arriva al 40% per la quota eccedente i 500mila euro. La deroga interessa le pensioni erogate in funzione dell’invalidità del soggetto, nonché pensioni indirette e di reversibilità e quelle corrisposte alle vittime del dovere o di azioni terroristiche. Fra gli esclusi non sono comprese le pensioni di vecchiaia anticipate erogate ai soggetti con almeno l’80% di invalidità. Per far scattare il contributo di solidarietà è necessario che le pensioni computate contengano almeno una quota afferente al sistema di calcolo retributivo in quanto la legge di Bilancio 2019 salva anche le pensioni interamente liquidate con il sistema contributivo.


questo articolo di trova a pagina 25