Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

Pensioni, rivalutati gli stipendi

L’Istat ha diffuso i parametri per l’adeguamento della base annua pensionabile. Ora è dunque possibile calcolare con esattezza una pensione con decorrenza nell’anno in corso. Lo stipendio di 35 mila euro del 2018, in pensione vale 35.175 euro. E quando viene utilizzato per il calcolo della seconda quota, riferita all’anzianità maturata dopo il 31 dicembre 1992, sale sino a 35.875 euro. Il sistema di calcolo retributivo commisura l’importo del trattamento in rapporto alla retribuzione media percepita negli ultimi anni di attività lavorativa. La riforma Amato ha stabilito che la pensione è costituita da due distinte quote: la prima (A) corrispondente all’importo relativa all’anzianità contributiva maturata sino a tutto il 31 dicembre 1992; la seconda (B), corrispondente all’importo del trattamento relativo all’anzianità acquisita dopo il 1°gennaio 1993. Una tabella riporta i coefficienti Istat di rivalutazione.


questo articolo di trova a pagina 30