Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

Polizze anti-Covid e aiuti per i familiari: così si aggiorna il welfare aziendale

La complessità della situazione in atto costringerà le aziende a rivedere i propri sistemi di remunerazione ed i benefit. L’aleatorietà delle previsioni di budget e le mutate esigenze di work-life balance emerse nel periodo di quarantena porteranno le aziende a guardare ai beni e servizi di welfare aziendale come una delle poche leve efficienti, anche dal punto di vista fiscale e contributivo, alla quale poter ricorrere per far fronte al cambiamento e alle innovazioni necessari a ripartire e ad affrontare le nuove sfide che il mercato proporrà. Molti beni e servizi di welfare aziendali sono esenti da imposte e contributi. Per questo sono molto rilevanti per le imprese, soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale, perché consentono di offrire servizi e contenere i costi di remunerazione. Tuttavia, la pandemia impone un ripensamento del ‘catalogo’ dei beni e dei servizi di welfare. L’auto aziendale, ad esempio, potrebbe perdere il suo appeal, l’abbonamento all’autobus potrebbe essere potenzialmente ‘pericoloso’, altri servizi, come le polizze assicurative a copertura del rischio Covid, sono stati creati per tutelare i lavoratori dalle conseguenze del contagio.


questo articolo di trova a pagina 27