Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

Registro al 3% sulla cessione del diritto di cubatura

Ammonta al 3% l’aliquota dell’imposta di registro per il contratto sul diritto di cubatura. Vale a dire la facoltà che compete al proprietario di costruire sul suo fondo e che questi trasferisce a un altro soggetto affinché quest’ultimo costruisca sul proprio fondo. È questa l’attesa decisione delle Sezioni unite della Cassazione 16080/2021, sollecitata dall’ordinanza 19152/2020. I giudici del Palazzaccio hanno rigettato la tesi della considerazione del diritto di cubatura come diritto reale, la cui cessione sarebbe imponibile con l’aliquota del 9%. La cessione di cubatura va intesa come un contratto di natura obbligatoria, che consiste nell’assunzione, da parte del proprietario cedente, dell’obbligo di prestarsi, presso la Pa, affinché questa rilasci il provvedimento concessorio a favore del proprietario cessionario, a maggiorazione della cubatura già precedentemente a questi riconoscibile in base agli strumenti di pianificazione urbanistica. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Cessione cubatura al fondo vicino Il registro è al 3% (e non all’8%)’ – pag. 24)


questo articolo di trova a pagina 32