Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

Spostamenti per lavoro liberi

Le due circolari del ministero dell’Interno rispettivamente del 22 e del 23 marzo scorso hanno chiarito le novità dell’impatto introdotte dal Dpcm 22 marzo 2020. E’ possibile spostarsi da un comune ad un altro per esigenze lavorative, per situazioni di necessità o di salute. Ad esempio, è possibile accompagnare un congiunto in prossimità di un porto, una stazione o un aeroporto. Oppure fare la spesa nel negozio più vicino a casa. In caso di controllo occorrerà compilare il nuovo modello di autodichiarazione. Con l’entrata in vigore del Dpcm 22 marzo scorso gli spostamenti delle persone sono stati ulteriormente ridotti per contrastare in modo più efficiente l’emergenza sanitaria da coronavirus. Il provvedimento ha ulteriormente limitato le attività produttive, industriali e commerciali che possono ancora restare aperte. E ha inciso anche sulla libertà individuale in sincronia con l’ordinanza del min. Salute del 22 marzo che vieta fino al 3 aprile ogni forma di attività ludica o sportiva fatta salva l’attività motoria individuale in prossimità della propria abitazione.


questo articolo di trova a pagina 37