Rassegna Legale

Rassegna stampa fiscale e legale gratuita
Rassegna Legale

Un fallimento senza fine

Gli obblighi fiscali del curatore non terminano con la chiusura del fallimento quando i giudizi pendenti proseguono e il conto corrente della procedura resta attivo. La conclusione dei giudizi pendenti successivamente alla chiusura del fallimento e alla cancellazione della società dal registro delle imprese può comportare la necessità di adempiere obblighi fiscali che, in conformità con le norme fiscali vigenti, presuppongono l’esistenza del soggetto giuridico, capace di agire, munito di codice fiscale e di partita Iva al fine di poter operare. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate, Direzione regionale del Piemonte con la risposta all’interpello n. 901 – 809/2021, dando ragione alla tesi di dottrina espressa dal curatore che ha proposto l’interpello.


questo articolo di trova a pagina 24